Intervista a...

Andrea Marmugi

Cattedrale di Santa Maria al Fiore, ovvero il duomo di Firenze, cominciata a costruire nel 1296 e totalmente completata nel 1903, adiacente al campanile di Giotto meta di turisti provenienti da tutto il mondo...
Nelle vicinanze di questo capolavoro gotico rinascimentale, in via dei Servi, un negozio di giochi attira clienti dal lontano 1988, stiamo parlando di Stratagemma, storico negozio del capoluogo toscano. Abbiamo il piacere di intervistare un volto noto nell'ambiente ludico, anche lui insieme ai suoi compagni di avventura, contributore alla nobile causa della diffusione del gioco intelligente sul nostro territorio.
Inanzitutto grazie per la disponibilità accordataci nel rispondere alle nostre domande, ma bando alle ciance e cominciamo subito:



  1. Ciao Andrea raccontaci un po' di te.
Ciao Fabrizio... si parte subito con la domanda difficile :D
Mi chiamo Andrea Marmugi, Classe 82, O+, ariete ascendete scorpione. (diamo un infarinatura iniziale, vai!) Lavoro a Stratagemma, amo il mondo dei GDR e l'aria mediamente aperta. Mi piace cucinare e sentire musichette anni 30 mentre ballicchio.



in foto il nostro Andrea alle prese con Tyrion il suo cagnolino
  1. Prima di Stratagemma (1988), Firenze su quale negozio poteva affidarsi per trovare dei GDR?
Prima di Stratagemma posso parlare per voce riportata in quanto io non avevo di certo modo di arrivare a Firenze.. e probabilmente ero una scarpa a leggere.
Ma coloro che hanno più memoria storica di me hanno parlato della Libreria Marzocco. Forse l'unico posto che aveva Giochi di Ruolo, relegati nelle sezioni poco distanti da quelle dell'occulto. Un luogo che assomiglia ad un antro oscuro, e che diventava già parte dell'avventura.

  1. Quando hai preso la decisione di far parte dello staff del negozio, e perché?
Una decisione del genere non si prende, si coglie :D
Ho avuto la fortuna di incrociare l'aspetto “lavorativo” di Stratagemma dopo essere stato un cliente per qualche anno. Ho appoggiato lo staff ad una fiera fuori porta... era una Modena PLAY se non sbaglio. Ci siamo subito trovati in sintonia e la cosa è nata quasi immediatamente. Ho trovato una porta aperta e una casa accogliente che aveva un sacco di spazio per altre idee. Come dire di no? :D

  1. Che clienti frequentano abitualmente il negozio, durante questi anni, la clientela è cambiata?
I nostri clienti sono giocatori. Gente che trasforma una pagina o una scatola in una sera di divertimento. Sono più o meno sempre gli stessi. Cambia la loro forma caso mai o la loro età.
Se si parla di questo, si sono ampliati. I giocatori storici ci sono ancora. Ci sono anche i loro figli piccoli e tutte quelle genie cresciute con gli zii divertenti e interessanti.
Inoltre ci sono tutti quelli che si sono avvicinati a questo mondo grazie ai Media, alle serie TV, alle dirette streaming. Arrivano un po' come avventurieri che seguono una traccia su mappa digitale, che si perdono negli inganni dei numeri rossi qui a Firenze
e che aprono il contatto con noi strani mercanti con frasi titubanti.
Ma hanno una voglia che sentiamo dalla soglia.
Quando arrivano, apriamo tutte le porte, il tempio accoglie ogni pellegrino!

 in foto il negozio con la nuova e fiammante insegna!

  1. Raccontaci qualche aneddoto divertente, curioso o particolare accaduto negli anni.
Cliente (indicando il Duomo): Sinagoga?
Serve altro?
In generale, di eventi divertenti ce ne sono all'ordine del giorno. Pensa che abbiamo sempre avuto il sogno di essere “in diretta perenne” per riprendere le scene più strane! Si potrebbe fare una canale comico con il nostro Day by Day :D
Raccontarne uno, o scriverlo, perde un sacco di sapore.
Provate ad entrare da noi e chiederci un biglietto per Lucca Comics & Games!

  1. Con il senno di poi, intraprenderesti nuovamente la stessa avventura aprendo un negozio di giochi?
Aprire un negozio di giochi e Stratagemma non sono esattamente la stessa cosa, o almeno non per me.
L'avventura di essere uno dello staff di Stratagemma è una cosa unica. Ho la possibilità di lavorare nel mondo del gioco e contemporaneamente sperimentare o lanciarmi nelle mille attività. Non siamo solo un negozio alla fine... Ci sono amici, studiosi, momenti di discussione e dialogo... sembra quasi una Piazza, un forum dove si parla di giochi e si gioca. Se ti piace il Ludus, sei a casa.
Quindi, con il senno di poi, avrei scelto di nuovo Stratagemma :D

  1. Attualmente il mercato dei GDR e GDT sta attraversando un nuovo periodo d'oro, pensi possa cambiare? E come?
Un periodo Nuovo, almeno per la mia generazione. È un epoca di Espansione e crescita. Il gioco di ruolo raggiunge più persone, sempre più ragazzi giocano, sempre più spesso si vede e si sente parlare di GDR, e lo stesso vale per i giochi da tavolo.
Se cambierà? Credo proprio di si.
I giocatori cresceranno e proveranno sempre più esperienze. Nasceranno i gusti e il panorama dei giochi disponibili cambierà.

  1. So che avete pubblicato il GDR L'ingranaggio, genere necropunk, puoi spiegarci meglio di cosa si tratta?
Certo! L'ingranaggio è il GDR nato dal mondo dei romanzi di Valerio Amadei, si ambienta in un futuro alieno in cui il calo demografico sta portando l'umanità all'estinzione e le nascite si stanno azzerando. La soluzione è stata quella di riportare alla vita o almeno al lavoro i corpi dei morti e dei propri cari, affidando alla scienza la direzione del mondo.
Il sistema è invece nato da un idea che arriva dai giochi da tavolo, il Deckbuilding.
Facendo la scheda si modifica un mazzo di carte francesi e dal mazzo risultate si pescano 6 carte, rappresentati l'energia del personaggio.
Al posto dei tiri di dado si giocano le carte dalla mano, stancandosi lentamente e decidendo come e cosa giocare, “amministrando” il proprio caso.
Potrei spiegarvi almeno altre 30 pagine di “basi fondamentali” dell'Ingranaggio. Magari, se vi va, andate pure a vedere qualcosa nelle pagine Facebook o sul sito della Stratagemma edizioni :D
 in foto "L'ingranaggio"

  1. Immaginiamo che tu stia giocando sicuramente a qualche GDR, a cosa?
Sono uscito ora da una cronaca biblica a “Sine Requie” (e ho ancora una bella Saudade) e ne ho cominciata da poco una a “Invisible Sun” (come giocatore!) il “Monolito nero” di Monte Cook. Gioco anche a Lovecraftesque per creare collettivamente un ciclo di avventure che poi ci giochiamo insieme con Cthulhu Hack.
E, nei lunedì sera dell'estate o nei giovedì qui a Stratagemma porto tutte le mie fantasie ruolistiche e quindi gioco a “Memento Mori” o “Lamentation of the Flaming Princess” o “Flotsam” :D
e poi, naturalmente, Betatesto il nuovo manuale de “l'Ingranaggio”! Siamo in piena fase creativa :)

  1. Quali sono i giochi più venduti attualmente?
Nel mio “micromondo” ti direi come gioco di ruolo, D&D, ma anche L'Ultima Torcia va benissimo, specialmente tra i nuovi giocatori!
Anche alcuni titoli più di nicchia da noi vanno fortissimo.. sarà che non è facile trovarli e che quindi ne vediamo andare via molti. Per il gioco in scatola è ancora più complicato. Ci sono molti “gusti” nel mondo del Boardgame e ogni uno ha il suo bestseller. Di sicuro l'aumento dei neo-giocatori ha fatto risbocciare i grandi classici che aprono la porta al Gaming. Quindi titoli come Dixit, Munchkin e anche “Si Oscuro Signore” funziona benissimo!

  1. Se c'è stato, quale gioco nel passato, ha venduto più di tutti e rimasto imbattuto finora?
Facile :D
Bang :D E se consideriamo anche le varie edizioni... Dungeon & Dragons.
Alla fine, non li conosciamo tutti questi due titoli?


Grazie Andrea per averci concesso l'intervista!
Ci vedremo a Lucca.


Che il D20 vi sia sempre favorevole!

Fabrizio Gemma
Marzio Spairani

    Commenti

    Post popolari in questo blog

    Intervista a...

    Intervista a...

    intervista a...