Aspettando LC&G - Hope 2022


Non posso dimenticare quando circa a metà degli anni ottanta, ho iniziato a giocare di ruolo ... come ovvio moltissime cose erano diverse rispetto ad oggi, ma non le convention.
Sono rimaste piuttosto simili anche se il tempo è passato: la folla, la passione dei partecipanti, gli stand; solo che allora beh...da noi non c'erano. Semplicemente.
Qui da noi in italia a giocare eravamo quattro gatti sparpagliati, altro che fiere organizzate grandi o piccole.

Preparandomi in questi giorni per Lucca 2022, dove (con Fabrizio) saremo presso l'area  RPG Old School e contribuiremo divertendoci (grazie all'instancabile Andrea Rossi) a far giocare demo e torneo Osr, mi è tornata in mente la prima copia di Dragon Magazine su cui riuscii a mettere le mani, al tempo.
Un'articolo parlava della GenCon di quell'anno.

Altri tempi appunto e l'America era davvero ancora un'altro continente: niente voli low cost , carte di credito, booking.com e niente di tutto quanto uso oggi per viaggiare (non di rado mi tocca farlo per lavoro).
Io poco più che adolescente potevo solo sognare le convention oltreoceano.

Oggi le cose si sono rovesciate: ho letto che a Lucca sono attese tra pochi giorni circa 500.000 persone e gli autori dei moduli e dei manuali che leggevo, allora solo nomi sulle pagine dei crediti, oggi sono in arrivo in Italia. Tra tutti il grandissimo: Frank Mentzer .

Sono ovviamente molto cambiato rispetto ad allora, ma posso rivendicare con orgoglio la frase :
"giocavo a d&d quando farlo era tutt'altro che 'figo' ", aggiungendo che mi sto divertendo troppo per smettere proprio ora... Dai ci  si vede a Lucca allora. 

Commenti

Post popolari in questo blog

D&D e la stampa italiana nei primi anni '80

D&D classic (in .pdf)

Giochi di Ruolo e stampa italiana alla fine degli anni '80