D&D - Regole Companion





Ed eccoci alla terza scatola di D&D, la scatola companion amplia i poteri dei PG dal 14° al 25° livello, fanno la comparsa alcune classi nuove, il druido, il paladino, il cavaliere e il vendicatore, regole per la gestione dei feudi e vengono aggiunte regole per i combattimenti in grande scala, per ricreare guerre fra eserciti in stile fantasy (immaginate un plotone di maghi che lanciano palle di fuoco), vengono introdotte le reliquie dei semiumani regalando profondità a queste classi un po' trascurate nelle precedenti scatole.
Vengono aggiunti mostri sempre più forti e nuovi oggetti magici sempre più potenti per aiutare i PG a sconfiggerli.
A completare la scatola troviamo lo schermo delle tabelle di gioco, che rappresentano un accessorio utile per il DM, in quanto contiene le tabelle di avanzamento per ogni classe, la abilità dei ladri, le liste degli incantesimi, la tabella dello scacciare i non morti e il calcolo dei tiri per colpire per tutti i 36 livelli e i tiri salvezza.
La scatola companion espande considerevolmente la gamma di regole di D&D, espandendo le possibilità di gestione dei PG, e dando al master molti spunti per arricchire le proprie avventure con mostri che rappresentano sfide sempre più ardue.
Oserei dire che la terza scatola sia veramente una ventata d'aria fresca, delinea il mondo e lo rende sempre più alla portata dei PG che possono ambire a diventare nobili e regnare su feudi, muovere guerra contro nazioni confinanti in attesa di muovere i loro passi verso il 36° livello e ambire all'immortalità.

Che il D20 vi sia sempre favorevole!

Fabrizio Gemma

Commenti

Post popolari in questo blog

Intervista a...

Intervista a...

intervista a...